Ambiti insediativi di progetto

Guida ai Servizi del Comune di Montale. Sezione Urbanistica. Non necessario in quanto il R. Deliberazione Consiglio Comunale n. Variante n. Deliberazioni Consiglio Comunale n. Deliberazioni Consiglio Comunale n. Elaborati approvati in via definitiva con la Deliberazione Consiliare n.

Il Regolamento Urbanistico si compone dei seguenti elaborati consultabili on line: Cliccare sul titolo dell'elaborato per accede al download dei file. Per la dimensione di alcuni di essi si consiglia di scaricarli sul proprio PC usando il tasto desto del mouse e quindi sull'opzione "salva oggetto con nome".

La visualizzazione richiede l'installazione sul PC del software acrobat reader scaricabile gratuitamente anche dal link sotto inserito:. Elaborati di Progetto. Titolo Tavola.

Seminario Ambiti produttivi e verde urbano

Norme Tecniche di Attuazione modificate con variante n. Elaborati grafici di progetto. Definizione degli ambiti urbani e del tessuto insediativo esistente modificata con variante n. Uso e disciplina del suolo negli intorni insediativi della collina arborata E3. Programma di intervento per l'abbattimento delle barriere architettoniche ed urbanistiche, costituito dai seguenti elaborati:. Documenti di Valutazione Integrata. Valutazione iniziale con i seguenti allegati:.

Valutazione intermedia consistente nella seguente relazione: il contenuto del RU - proposta. Relazione di Sintesi, comprendente la relazione sul contenuto del RUcon i seguenti allegati:. Elaborati di progetto relativi agli studi geologici. Carta dei dati di base. Carta della litologia prevalente. Aggiornamento del quadro conoscitivo del territorio collinare. Carta degli elementi per la valutazione degli effetti sismici locali.

Elaborati di progetto relativi agli studi idrologici e idraulici. Relazione Tecnica. Allegato A. Dati pluviometrici. Allegato B.

ambiti insediativi di progetto

Stazioni pluviometriche, mappa quote, mappa della geolitologia, mappa uso del suolo, mappa infiltrazione. Allegato C. Portate di piena nelle sezioni di interesse. Allegato D.Gli obiettivi del Piano. Le Norme del Piano. Gli obiettivi del Piano Kb. Le Norme del Piano Kb. Genova, Mele.

Tavola degli Ambiti Territoriali. Cartografia riferita al territorio provinciale. Attrezzature e Aree per i Servizi. Sistema Insediativo. Lettura del paesaggio per episodi. Lettura del paesaggio per componenti. Vincoli paesistico-ambientali ex D. Vincoli paesistico-ambientali cartografati - Testo unico D. Temi monografici. Ambito 1. PQ3 - Ambiti 1. Progetto per la individuazione del sistema delle piattaforme logistiche locali.

Sistema del verde a livello provinciale. Cartografia in scala 1 : Tavola 1 - Localizzazione aree appartenenti alla componente a carattere propositivo dei sistemi insediativi produttivi nel Sistema Scrivia 1 di 2. Tavola 2 - Localizzazione aree appartenenti alla componente a carattere propositivo dei sistemi insediativi produttivi nel Sistema Scrivia 2 di 2.

Tavola 3 - Localizzazione aree appartenenti alla componente a carattere propositivo dei sistemi insediativi produttivi nel Sistema Lavagna 1 di 2. Tavola 4 - Localizzazione aree appartenenti alla componente a carattere propositivo dei sistemi insediativi produttivi nel Sistema Lavagna 2 di 2.

Interventi prioritari — schemi planimetrici. Criteri per il riconoscimento delle aree di produzione agricola. Risorse territoriali da destinare alla fruizione attiva del territorio provinciale. Distretti e Ambiti turistici omogenei. Scenari evolutivi per i distretti e gli ambiti turistici. Criteri per il soddisfacimento della domanda di servizi da parte dei comuni.

Indicazioni per la definizione delle infrastrutture autostradali nel nodo genovese.La laurea magistrale in Design si articola in due indirizzi: Design del prodotto e Design della comunicazione. Assumono dunque una notevole rilevanza le aree tematiche di intersezione tra Design del prodotto e della comunicazionea cui sono dedicati, in aggiunta a diversi corsi teorici condivisi, due laboratori ibridi di Design del prodotto e della comunicazione.

Laboratorio di design della comunicazione 1 : Luciano Perondi. Laboratorio di design della comunicazione 2 : Gigi Pescolderung. Design del documento :. Emanuela Fanny Bonini Lessing. Filosofia :. Simona Morini. Storia della comunicazione visiva :. Fiorella Bulegato. Laboratorio di design del prodotto 1 : Maximiliano Romero. Laboratorio di design del prodotto 2 :. Carlo Gaino. Critica del design contemporaneo :. Alberto Bass i. Design e Life Cycle Assessment :. Piercarlo Romagnoni. Logistica e supply chain management :.

Marco Mazzarin o.

Keyboard Shortcuts

Laboratorio di design del prodotto e della comunicazione 1 : Raffaella FagnoniPaola Fortuna. Laboratorio di design del prodotto e della comunicazione 2 : Medardo ChiapponiGianni Sinni.

Human factors : Michele Sinico. City and space : Guido Borelli. Teorie e storia del design : Raimonda Riccini.Nardo Goffi - tel. E-MAIL: servizio.

MOV036

PEC: regione. Responsabile Sistema cartografico regionale e informativo territoriale. Consultazione e distribuzione. Luca Ambrosini tel.

ambiti insediativi di progetto

Banche dati cartografiche. Alessia Lacerra tel. Cartografia e geodesia. Andrea Carotti tel. Le competenze e le funzioni in materia di cartografia e di informazioni territoriali della Posizione di Funzione Urbanistica, paesaggio e informazioni territoriali sono :. Archivio cartografico e delle informazioni territoriali :.

Sistema cartografico informatizzato :. Sistema informativo regionale ambientale SIRA :. Gestione dei rapporti con lo Stato, le Regioni e gli EE. Paesaggio, Territorio, Urbanistica, Genio Civile. Sistema cartografico informatizzato : gestione, manutenzione, aggiornamento d elle cartografie e delle banche dati territoriali; Sistema informativo regionale ambientale SIRA : assistenza e supporto tecnico alla realizzazione, raccolta, gestione, sviluppo e diffusione del sistema informativo ambientale regionale; Gestione dei rapporti con lo Stato, le Regioni e gli EE.Gli ambiti non hanno una sede fisica, una segreteria, un recapito, un indirizzo.

Target Dal sono inseriti negli ambiti territoriali tutti i docenti che appartengono ai ruoli regionali. Gli ambiti territoriali corrispondono ai distretti scolastici? Quasi il doppio. I docenti privi di sede, in esubero o in soprannumero confluiranno negli ambiti o verranno aggregati alle istituzioni scolastiche? Nota ministeriale del Effettua il Login o Registrati. Archivio On-line. Ti stai preparando per affrontare i concorsi scuola?

Scopri la nostra proposta formativa […]. La fonte di informazione e approfondimento privilegiata sulla scuola.

ambiti insediativi di progetto

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci. Non sei ancora registrato? Registrati con il profilo che preferisci.

ambiti insediativi di progetto

Condividi su Facebook Condividi su Twitter. Ambiti territoriali, cosa sono e domande e risposte — Scheda Articolo Pubblicato in Ambiti territoriali 10 settembre Ambiti territoriali, cosa sono e domande e risposte — Scheda 0 condivisioni su Facebook Condividi su twitter 0 commenti Condividi per email Stampa l'articolo. Solo gli utenti registrati possono commentare! Effettua il Login o Registrati oppure accedi via. Iscrivendomi alla newsletter, acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugnon.

Leggi la nostra privacy policy. Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato. Vetrina Ritorno a scuola: tutto quello che devi sapere nel nuovo percorso di Tuttoscuola 18 luglio Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter.

Altre su Professione scuola Ritorno a scuola il 14 settembre? Le regioni che hanno scelto quella data 19 luglio Condividi Condividi su Facebook Condividi su Twitter. La Rivista giugno Leggi la rivista. Sfoglia la rivista Sommario. Forgot Password Back to Login. Registrazione Utente. Nome Cognome. Utilizzata per la registrazione al sito e per tutte le comunicazioni da parte di Tuttoscuola. Turismo scolastico Educazione alimentare Educazione ambiente Scuola digitale Scuola non statale Orientamento-enti di formazione Viaggi studio-lingue Editoria Handicap Educazione al risparmio Educazione alla salute Scuola all'estero Dimensione internazionale della scuola.

Seleziona il tipo di scuola secondaria Licei Tecnici Professionali. Password Conferma la Password.

Cartografia e informazioni territoriali

Indicatore di sicurezza.Gli ambiti di ricerca 1. Al centro di questo filone di ricerca sono i mutamenti che negli ultimi due secoli hanno interessato i sistemi di relazione, le logiche e le forme insediative e i paesaggi. Questo ambito di ricerca ha interessato le relazioni economiche e i quadri territoriali ad ampia scala.

In questo quadro ha assunto rilevanza il tema del senso e della sua condivisione solitamente escluso dagli studi di analisi urbana, in quanto ritenuto non scientifico. La ricerca ha interessato sia la storia delle teorie che il lavoro critico sulle opere. Queste ricerche sono nate da un problema pratico: la creazione di un Archivio di architettura e urbanistica a partire dal lascito documentale di Piero Bottoni, costituito da oltre Tonon e L.

Tonon, sia delle sei grandi tavole di Le Corbusier, eseguite nel nel corso di una conferenza al Circolo Filologico Milanese, sia di disegni e opere inedite di Giuseppe Terragni. Si ricorda infine il compito di direzione del Laboratorio Sperimentale di ricerca e programmazione del Magentino.Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.

Accetto Informativa Cookie. Piano Regolatore Generale. La convenzione sottoscritta ha incaricato il DARDUS per definire l'impostazione metodologica del processo di Piano, il coordinamento dell'opera e dei risultati degli altri enti e altri professionisti eventualmente incaricati di collaborare alla redazione del P.

Per ottemperare quanto previsto dalle vigenti normative l'Amministrazione ha definito rapporti per le indagini necessarie relativamente al sistema ambientale nel suo complesso, con incarico affidato al dott. Francesco Lunardi per quanto riguarda l'insieme delle categorie del "Sottosistema geologico-geomorfologico" e alla prof. Marina Allegrezza per l'insieme delle categorie del "Sottosistema botanico-vegetazionale".

Per il "Sottosistema storico-culturale" gli approfondimenti necessari sono stati condotti direttamente dall'arch. Anna Maria Santinelli. Il DARDUS a seguito di incontri con l'Amministrazione ha definito alcuni elementi indicati come "prime linee di lavoro" che sono state alla stessa proposte in data 26 febbraio per una prima verifica con eventuali modifiche o integrazioni.

Le due fasi operative concordate comprendevano intanto una fase preliminare, con incontri con l'Amministrazione, con le diverse categorie sociali e produttive per individuare gli obiettivi condivisi da perseguire con il Piano, la ricognizione della documentazione esistente, l'individuazione di un programma operativo secondo quanto previsto alla fase B della convenzione, la definizione delle problematiche rivolte ad affrontare la salvaguardia e lo sviluppo di diversi ambiti insediativi centro storico, aree consolidate, aree di espansione residenziale e aree produttivel'ipotesi di struttura normativa, l'articolazione del lavoro alle diverse scale territoriale, comunale, urbana e delle aree strategiche e l'individuazione delle prime potesi di progetto con la proposta del "Progetto preliminare".

Successivamente era prevista la fase progettuale, con verifica delle scelte strutturali preliminari, anche attraverso momenti di partecipazione per valutare le conseguenze delle richieste delle diverse categorie sociali e produttive in relazione alle proposte avanzate, e la proposta progettuale di Piano con la redazione degli elaborati grafici necessari e delle norme e regole per la gestione del Piano.

L'Amministrazione Comunale con nota del 28 febbraio ha comunicato di approvare le indicazioni riportate nel Progetto Preliminare chiedendo alcuni approfondimenti e modifiche di dettaglio. In questa sezione sono pubblicati, raggruppati secondo le indicazioni di legge, documenti, informazioni e dati concernenti l'organizzazione dell' amministrazione, le attivita' e le sue modalita' di realizzazione.

Musei, concerti, teatro e letteratura.


thoughts on “Ambiti insediativi di progetto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *